Immagine
 L'alba....... di Marco
 
"
La pesca è sportiva... quando è solo passione.........

Marco
"
 

CURRENT MOON

moon phase info
\\ Home Page : Storico : pesca in foce (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Marco (del 25/09/2010 @ 20:00:00, in pesca in foce, linkato 3074 volte)
Come promesso ecco come imposto la pesca a canna corta al Canale di Fiumicino




Normalmente questa tecnica la uso nella parte del canale dove la banchina è bassa, e la imposto con con la 7 o 8 metri le classiche canne bolognesi. Passiamo a descrivere la montatura che è di tue tipi in funzione di dove si pesca cioè in corrente o tra le barche, come è facilmente intuibile in corrente sarà necessaria la possibilità di inserire piombo e rendere il galleggiante intercambiabile, tra le barche si pesca con una lenza classica anche perché la presenza della corrente è quasi inesistente.

La lenza per la pesca in corrente che è quella che pratico di più la costruisco senza prevedere le torpille intercambiabili, uso per aumentare il piombo sulla lenza i pallini morbidi da inglese che permettono una più particolareggiata selezione della piombatura. Il galleggiante che uso normalmente è da 1,5 - 2,5 grammi al massimo e la lenza è molto aperta 1,8-2,0 metri con finale da 1,5 metri, come vedete è molto più sensibile alla corrente questo perché ho notato che a corto la corrente è meno presente e perciò si puo pescare più leggeri. L'azione di pesca vede sempre un accurato controllo del fondo, ho notato che molto spesso con presenza di spigole di medie dimensioni si riesce a trovare il fondo giusto diminuendo leggermente il fondo questo con cambiamenti di 3-4 centimetri per volta. La pasturazione è fatta sulla linea di corrente e dipende dal fondo spesso non uso neanche la fionda perche mi alzo e cammino lungo la banchina lanciando il bigos dove penso sia giusto. Adesso vi do una chicca, pescando dalla parte di Bastianelli nella zona che va dalla gruetta gialla al ristorante cioè dove scaricano i pescherecci, ho avuto molte mangiate usando questo modo di stendere la lenza, dopo aver messo il bigos lascio la lenza cadere sotto i piedi e la corrente piano piano la porta verso l'esterno, per la conformazione del fondo che vede l'area vicino al muro più profonda la nostra esca si posizionerà vicino al fondo proprio sulla pendanza che c'è in quella zona, ed è proprio li cha mangiano le nostre amiche : - )

La lenza per la pesca tra le barche dove la corrente non è presente in superficie, in questa zona si può pescare con tappi da 0,5-1,5 grammi, una spallinata fatta con pallini di piccole dimensioni n°8-n°10, finale dello 0,12 -0,10 e amo del n°20, in questa zona è necessario fare molta attenzione alla corrente di fondo che solleva la lenza, anche la pasturazione deve essere accurata e spesso si nota il tappo procedere sotto la barca a monte e proprio li che troviamo le nostre amichette in pastura.........le zone sotto del ponte pedonale sono quelle che danno i migliori risultati ......



In questi mesi estivi molte volte è capitato di andare a pesca nella zona interna del Canale....
diciamo tra i due ponti:






Il motivo principale è la presenza della risacca nella zona della foce....è vero che l'azione di pesca ha dato come risultato la cattura di piccole spigole e molte anguille, ma in determinate condizioni il risultato è stato molto buono....con pesci di misura interessante...

Perciò il mio consiglio è: quando c'è risacca di spostarsi nella zona interna pescando con lenze leggere che tengano conto della corrente che avvolte è forte e perciò dovrà essere abbastanza stretta con finali non troppo lunghi le postazioni migliori si trovano tra le barche....







Ho seguito i lavori della nuova banchina lato sinistro del canale tra il ponte 2 giugno e il ponte pedonale e adesso è accessibile....

nelle prossime uscite si potranno fare delle prove per capire se ci sono delle zone buone in particolare con variazioni di fondo.....

intanto ecco qualche foto











Desidero inserire qualche piccolo suggerimento, perché dopo che è stato dragato il canale la tecnica utilizzata è cambiata in particolare nella zona delle paranze.

Prima, si pescava su un fondale di 3,6-4 metri, adesso la profondità è aumentata di molto questo determina che nella zona del fondo non c'è più una presenza di corrente come c'era prima, questo fa si che nell'azione di pesca si deve fare molta attenzione nella misurazione del fondo, o meglio nella scelta della profondità da dare alla nostra esca....una volta si usava pescare sondando sull'ultimo pallino adesso le cose sono molto cambiate, qual'è allora l'impostazione migliore?

Io mi sono fatto una mia idea e molto dipende dalla marea...... facendo un ragionamento che non considera la corrente è come pescare in un porto dove la marea determina il flusso dell'acqua......per questo costruire una lenza che tenga il tappo dritto e che ci permetta di stare in prossimità del fondo con la nostra esca......

La mia lenza è abbastanza aperta visto che il fondo è aumentato...... e sopra ha il piombo necessario per mettere il tappo in pesca diciamo tra la perpendicolare e i 45° al massimo....questo permette alla lenza di lavorare in maniera ottimale stando sul fondo.... è chiaro che più la corrente del fiume è scarsa più noi dovremmo togliere il fondo..... questo proprio come si pesca in un porto.... è molto importante trovare il fondo giusto.... perciò muovere il tappo in cerca del fondo giusto.
 
Di Marco (del 09/11/2008 @ 00:00:00, in pesca in foce, linkato 5946 volte)

Vorrei raccontare come vivo io la pesca al canale di Fiumicino..............a canna lunga

 

Partirei dalla attrezzatura, quando si va al canale c'è chi si porta tutta casa, ma in fondo non è che servano poi tante cose l'importante è decidere prima quale tecnica si usa............

 

le tecniche più usate sono .........le metto in fila per ordine di utilizzo

 

1) la pesca in bolognese

2) la pesca a ledgering

3) la pesca a spinning

4) la pesca a fondo

 

Partirei perciò dal primo consiglio quando si va si deve scegliere quale tecnica utilizzare, non si possono fare tutte insieme....................

 

Io prediligo la pesca in bolognese, ma ho anche pescato a ledgering, a spinning, mai a fondo..........

La pesca in bolognese

 

Al canale vanno tanto di moda le 11,12,13 metri, metro più metro meno comunque la pesca con canne lunghe che non sono altro che canne fisse o canne da trota modificate, questo non significa che non si può pescare con le bolognesi tradizionali 6-7-8-9 metri.

Partirei con una descrizione dalla pesca a canna lunga che normalmente viene effettuata nella parte terminale del canale.


Questa tecnica vede per necessità l'uso di una bella sedia da regista con poggia canna adeguato a supportare la nostra bella 11 metri, i due supporti per la canna devono stare a debita distanza pena la rottura del pedone, se la sedia da regista ha il classico incrocio di tubi la canna può essere infilata con il calcio li, il sedere del pescatore sarà il secondo punto d’appoggio, questo sistema garantisce una buona velocità in ferrata, ma è pericoloso per l'integrità della canna stessa vista la scarsa distanza tra i due punti di supporto. Le canne utilizzate possono essere di vario tipo molto dipende dal gusto del pescatore, io consiglio le canne fisse, con vetta cava classica da bolognese.

Il mulinello, dato il peso della canna e il tipo di funzione, sono da preferire quelli di piccole dimensioni sia a frizione posteriore che anteriore quest'ultimo tipo ha un vantaggio la frizione è molto progressiva e regolabile. Un citazione per il full control mulinello tra i più utilizzati, sono da preferire i vecchi modelli 3510 o 3530 sicuramente più affidabili.

Passiamo alla costruzione della lenza…….

Come lenza madre e cioè quella che dobbiamo caricare sul mulinello un buon nylon dello 0,16 è più che sufficiente, dopo anni di esperienze abbiamo messo a punto un ottimo sistema per la sostituzione del galleggiante che non stressa il filo ed è ottimo per la rapidità di sostituzione.


Questo ci permette di scegliere la grammatura del galleggiante in funzione della corrente, poi infiliamo i gommini per le torpille intercambiabili, e a questo punto possiamo sbizzarrirci con le spallinante, il collegamento tra finale e lenza può essere realizzato sia per mezzo di un asola che con una micro girella, i finali per la mia esperienza vanno tutti bene e cioè non è necessario scendere poi cosi tanto con il diametro certo è che il massimo può essere lo stesso della lenza madre. L'amo questo è un capitolo a se stante, c'è chi usa ami leggeri chi pesanti comunque ci sono moltissimi ami validi a partire dai carbon macth della Drennan oppure i Tubertini serie 14 0 27 o 7 o 15, chi più ne ha più ne metta comunque le misure più utilizzate sono in ordine 18 - 16 - 20.

Adesso parliamo di come pescare e come scegliere i vari componenti della lenza.

Quando si costruisce una lenza tradizionale il piombo è funzione della portata del galleggiante al canale questo è valido solo quando la corrente è ferma, cioè mai, perciò la spallinata può essere costruita anche senza tenere conto della portata del galleggiante l'importante è sapere quale torpilla bilancia la lenza. Normalmente costruisco una spallinata con pallini di tre misure 7-8-9 cinque per misura molto vicini in alto e più distanti in basso verso l'amo . La lunghezza totale è di circa 1,2 mt, come finale parto quasi sempre con lo 0,12 di giorno per poi mettere lo 0,14 di notte, la lunghezza è almeno 1,5 metri, e amo del 18.

Arrivato al canale aperta la canna cerco di mettere sempre un galleggiante il più piccolo possibile in funzione della corrente e normalmente provo un tappo da 2 gr e una torpilla da 2 grammi, poi attacco la sonda alla girella e sondo in questo modo, partendo da di fronte a me sondo l'area a valle sulla direttrice degli 11 metri cosi da capire la conformazione del fondo e vedere se ci sono incagli o altro, diciamo che questo per almeno 10 metri......poi posiziono il galleggiante all'altezza del fondo e stacco la sonda.


E’ il momento di innescare il nostro amato bigos sull'amo a penzoloni e stendo la lenza, se il galleggiante sta troppo spanciato, metto piombo, se va sotto tolgo piombo sostituendo la torpilla, per vedere se la lenza è in pesca correttamente quando lasciate il galleggiante andare in corrente deve affondare.

Operazione importante è la pasturazione che va fatta sulla linea di pesca iniziando con lanci più frequenti che poi avranno cadenza leggermente più diradata e minore quantità.

La pesca al canale dalla banchina alta necessita di un coppo di almeno 5 metri una fionda che lancia a notevole distanza, dato che si pesca prettamente di notte in inverno una bella tuta termica.

Coma avete visto nella prima foto ci sono delle lettere...............

una veloce descrizione..........

 

A) Banchina di attracco dei pescherecci presenza di pastura naturale il punto dove c'è la lettera proprio di fronte al ristorante è un ottima postazione per la pesca con le canne da 6-7-8 metri..........

 

B) In questo punto proprio per la conformazione del fondo la corrente è sempre inferiore, si può pescare molto più leggeri.

 

C) In questo punto cioè la bitta dopo la scaletta si possono incontrare belle sorprese è necessario riuscire a trovare l'altezza corretta per far lavorare bene il bigos.

 

D) Questa zona del molo molti anni fa a regalato catture da foto una nota è la zona in prossimità del faro che spesso regala belle sorprese.........

 

E) La banchina bassa dal parcheggio fino al cancello è da frequentare al tramonto quando c'è il rientro dei pescherecci, sia a canna lunga che corta.

 

F) Sotto le scalette del gazebo si può provare con canna lunga e finale sottile del 0,10 e amo del 20 quando la corrente scarseggia in prossimità dell'alta marea.

 

G) Conosciuto come lo Spigolo o taglio la prima bitta è stata data in concessione a un assiduo pescatore del canale J comunque regala grandi soddisfazioni al tramonto e a notte fonda dopo l'uscita dei pescherecci.

 

H) La seconda panchina qui la pesca è la più tecnica di tutto il canale infatti può capitare di vedere pescatori prendere e pescatori bagnare soltanto il filo..........

 

S) Conosciuto come il sabbione......... li si pesca proprio in foce e si prendono eventuali entrate di pesci la zona è più profonda e la corrente è più veloce è tassativo stare con la lenza vicino al fondo le migliori serate con corrente da 7-8 grammi.

 

prossimamente le canne corte................

 
Pagine: 1

 

Ci sono 731 persone collegate


< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

 


Cerca per parola chiave
 

Titolo
Ambiente (4)
Amici (3)
Attrezzature (12)
Carpodromo (1)
Eventi (1)
Fotografie (26)
Ledgering (1)
Libri (2)
Meteo (49)
Paesi lontani (5)
Pesca (8)
pesca in foce (2)
pesca in porto (1)
Protesta (1)
Racconti (146)
Ricordi (1)
Scogliere (11)
Spinning (4)
Utilità (1)
Video (13)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Stella Marina
23/11/2013 @ 15:12:41
Di Marco
CIAO MARCO !dove li ...
12/11/2013 @ 09:23:33
Di fabio
Ciao Albertola pesca...
22/10/2013 @ 19:23:20
Di Marco
Ciao marco come và, ...
11/10/2013 @ 09:27:01
Di Alberto
Certo!!!! do scappa ...
17/07/2013 @ 20:05:50
Di Marco
Si torna a pescaaaaa...
17/07/2013 @ 18:14:23
Di nikj

 


Titolo
fotografie (26)
Pesci (1)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

 





11/12/2018 @ 23:14:59
script eseguito in 95 ms



Valid XHTML 1.0 / CSS

 

Google
 
Web pescaleggero.it