Tecniche
Porti
Spiaggie
Scogliere
Foce
Pasturazione
Itinerari
Link
Attrezzature
Meteo
Maree
Home

Pescare sul Tevere a Fiumicino

clik sulle foto per ingrandire

La pesca in foce da ottimi risultati specialmente se mirata a quei pesci che prediligono proprio questa zona per entrare in caccia, purtroppo non sempre è consentito pescare ma se attuiamo alcuni piccoli accorgimenti nessuno ci manderà a casa. Cosa intendo, è importante capire che tutte le attività che vengono effettuate da chi lavora in mare hanno la precedenza su quello che noi stiamo facendo, perciò evitiamo inutili discussioni che ci vedono sempre perdenti.
Le tecniche di pesca che danno più risultati sono due, la prima che reputo la più divertente è la pesca in trattenuta con la bolognese, la seconda più statica è la pesca a legering.
La pesca in trattenuta nel canale di Fiumicino (figura in alto) vede l'uso di canne che vanno da i 6 mt. ai 12 mt. qualcuno usa anche la roubasienne. Indipendentemente dalla lunghezza della canna la montatura è così costruita sul filo del mulinello (0,14/0,16) infileremo un tappo da 2gr. a 5gr. in funzione della corrente, poi predisporremo la lenza per le torpille di intercabiabili
che aggiugeremo per tarare la lenza in funzione della corrente, inseriremo comunque una spallinata da 70/100 cm. per garantire una certa morbidezza con pallini a scalare, legheremo una girella piccola ed a quest'ultima un finale da 1/1.5 mt. e un amo del n°16 (foto lenza).
Adesso viene il bello per regolare il fondo dovete fare così prendete una ranocchia (una sonda) da 30 gr. e attaccatela al pallino sopra la girella e cosi regolate il fondo, fatto questo innescate due bigattini e via. L'esca alternativa e più usata e il Coreano che può essere innescato montando due ami sul finale 3/4 cm uno dopo l'altro, o il gamberetto.
Normalmente io pesco con una 11 mt, originariamente era una fissa che è stata modificata, cioè e stata sostituita la vetta con una cava tipo bolognese e montata con gli anelli la cui misura e forma è quella che si usa per montare le canne da tremarella. Questo non significa che non si può pescare con la 7mt. o la 8mt. anzi la spigola che vedete qui in basso è stata catturata proprio a Fiumicino con la 7mt. perché avevo la 11mt. a sostituire gli anelli.
Ci sono alcuni accorgimenti da tenere a mente prima di iniziare la pescata quando arrivate fate attenzione se ci sono altri pescatori e controllate che tecniche usano è importante che se ci sono altri che pescano con la bolognese e la lunghezza della loro canna differenzia dalla vostra allora vi dovete posizionare a monte rispetto a loro e più c'è differenza più vi dovete allontanare da loro, il perché è presto detto, nell'azione di pastura si crea una scia se state a valle vi taglia dall'azione di pastura stessa, distanziandovi più a monte attirerete i pesci sulla nuova scia che si allarga per effetto della corrente.
La corrente è la variante più difficile da gestire, infatti basta una valutazione sbagliata e non si prende niente, primo le tavole delle maree dobbiamo sempre consultarle per capire quando c'è la marea ma attenzione perché le variazioni di livello non influiscono sempre sulla velocità dell'acqua nel senso che asseconda della posizione dei pianeti la marea può più o meno alzare o abbassare l'acqua, per capire meglio potete provare il programma WXTIDE che mostra tutte le caratteristiche delle maree.
Ora andiamo sul pratico, una volta lanciato vediamo che il tappo procede verso mare e si posiziona in maniera obliqua sarà tanto più obliqua quanto più forte è la corrente questo sta ad indicare che la nostra esca non si trova i prossimità del fondo ma si alzerà tanto più quanto più forte è la corrente perciò noi dobbiamo scegliere la grammatura del tappo in funzione della forza della corrente, anche qui c'è un sistema per non stare sempre a cambiare tappo e a rifare le lenze, se montate un tappo da 3 gr. (tipo il primo da destra della pagina tappi) potete coprire tranquillamente tutte le situazioni della pesca estiva cioè quella senza piogge nel momento che vi rendete conto che l'esca non sta più lavorando in prossimità del fondo dovete aggiungere del piombo per ristabilire questa condizione, dato che può capitare di aggiungere o togliere piombo, ci sono due sistemi o i pallini di piombo tenero da inglese con doppio taglio che facilitano la loro rimozione, poneteli vicino alla torpilla, oppure le torpille intercambiabili.
Per capire se la lenza è equilibrata una volta entrata in pesca portate la cima della canna verso mare, se il tappo girerà l'asta di segnalazione verso mare e tenderà ad affondare avrete trovato la taratura perfetta.

Questa è la mia prima spigola che ho preso sopra il kilo.

 

 

 

Google
 
Web pescaleggero.it

indietro

05-Ago-2020