LA PASTURAZONE

 

La pasturazione durante la battute di pesca è l'azione che i pescatori compiono per attirare i pesci e fare in modo che rimangano nel luogo dove si svolge l'azione di pesca.
La pesca con le lenze leggere vede nella pasturazione l'azione che può cambiare l'esito di un uscita, molto spesso mi è capitato di assistere specialmente nei porti ad un sconsiderato lancio di pastura senza la minima considerazione della corrente e della profondità dell'acqua, indipendentemente da cosa si lancia è importante rendersi conto dove va a finire ciò che lanciamo, perciò prima di lanciare dobbiamo decidere se pescare sul fondo o a mezz'acqua o a galla, così che possiamo decidere la consistenza della pastura che sarà più consistente tanto
 
più profonda è l'acqua. La corrente è una componente da valutare attentamente perché può allontanare la pastura dal luogo di pesca, sicuramente l'esperienza gioca un ruolo fondamentale però se si pesca in un luogo senza corrente è logico tirare la pastura sul tappo, ma è sbagliato se vediamo il tappo muoversi in una qualsiasi direzione, a parte casi particolari se il tappo va a destra come logico noi la pastura la dobbiamo tirare a sinistra, tanto più a sinistra tanto più il tappo si muove velocemente, stesso discorso vale se ci viene incontro, o si allontana da noi, o si muove in diagonale.
La pastura può essere di due tipi o la stessa esca lanciata in piccole quantità oppure sfarinati ai quali diamo consistenza a seconda della quantità di acqua aggiunta. Un nota sicuramente è necessaria per il bigattino che nella pesca con la lenza leggera gioca un ruolo importante, tenendo in considerazione tutto ciò fin qui detto, l'uso di questo come esca/pastura da risultati se usato con intelligenza, da sfuso ad incollato con appositi composti ai quali può essere aggiunto del ghiaino per concentrare sempre più il luogo di pesca, questo è per la pesca un esca che garantisce risultati con svariati tipi di pesci. Sicuramente una regola e tassativa poco bene e continuo e i risultati non mancheranno. 
Dicevamo prima che avvolte la corrente gioca brutti scherzi, un caso degno di nota è la condizione che si realizza quando si pesca in foce, sulla foce dei fiumi o in prossimità di essa quando la marea sale si può assistere ad un effetto particolare l'acqua dolce che per leggerezza si trova in superficie tende a rallentare la sua corsa e l'acqua salata che si trova in prossimità del fondo tende ad entrare all'interno del fiume tutto ciò causa un movimento particolare del tappo invece di uscire verso il mare inverte la sua corsa e torna all'interno del fiume. Se peschiamo in trattenuta questo effetto e ancora più pericoloso in relazione alla pasturazione perché ci accorgiamo di ciò solo dopo che tale effetto raggiunge il tappo o se nell'estrarre la lenza dall'acqua notiamo che il piombo (spallinata) è perpendicolare alla posizione che il tappo aveva in acqua o addirittura va verso l'interno del fiume.
Un oggetto di cui non si può fare a meno per la pasturazione e la fionda, ne esistono di vari tipi l'unico consiglio è sul cappuccio che accoglie la pastura ne esistono di vari tipi ma quello semi rigido retina/plastica e il migliore.

Vuoi ottenere risultati l'uso della fionda è molto importante
Poco Continuo e Bene

 

Google
 
Web pescaleggero.it

 

03-Ott-2012