Ledgering o Feeder

 

 

La mia esperienza del Ledgering

La pesca a ledgering è sicuramente una tecnica alternativa in particolare quando le condizioni meteo non permettono l'uso delle bolognesi (vento). La pesca a ledgering potrebbe sembrare semplice nella sua esecuzione, si riempie il pasturatore e si lancia ed il gioco è fatto, non è proprio. Prima di tutto parliamo delle canne e dei mulinelli la classica canna da Ledgering è lunga 3,60 metri ed è costituita da tre pezzi ed un numero di vette (fig.) che può variare da due a cinque, le vette permettono di variare la sensibilità in funzione del peso lanciato, in ogni caso si parte da una 40 di grammi fino ad arrivare a 90-100 grammi. La pezzatura dei mulinelli da abbinare alla canna da ledgering va da 2500 al 4000, dipende dai gusti e dal peso del mulinello stesso, il filo per imbobinare il mulinello può avere come Ø misure tra lo 0,18 e lo 0,22, alcuni preferiscono utilizzare fili colorati per vederlo meglio durante la pesca. Naturalmente l'accoppiata canna mulinello ci deve garantire un buon l'equilibrio durante la pesca. Pescando in mare indicherò come esca e pastura il bigattino i calamenti saranno costruiti rispetto a questa esca. Il ledgering ha come elemento fondamentale il pasturatore che può essere di varie dimensioni e pesi, questi possono essere montati sulla lenza in due modi infondo alla lenza madre o tramite delle pipette che permettono di far scorrere la lenza ed il finale annullando il peso del pasturatore stesso rispetto all'amo. Passiamo alla costruzione dei calamenti come detto in precedenza ci sono due classiche montature una fissa ed una scorrevole, la prima e cosi realizzata si infilano in successione uno stop una girella ed un altro stop (fig.), poi si collega in fondo il pasturatore, sulla girella si lega il finale che può andare dai 50 cm a i 2 metri la dimensione del Ø dipende dalla trasparenza dell'acqua, dalla forza della corrente e dalla furbizia dei pesci. L'amo lo sceglierei resistente con curva classica (fig.). La montatura a scorrere vede l'utilizzo di pipette che si trovano facilmente in commercio, ci sono di varie misure e colori. Queste vanno infilate nella lenza madre sulla quale va poi infilato un tubetto salva nodo e poi va legata una girella alla quale legheremo il finale (fig.), per i diametri dei fili e gli ami valgono le considerazioni sopra esposte.Veniamo alla tecnica i pasturatori hanno fori di dimensioni tali e in quantità tale da permettere l'uscita della pastura in un determinato tempo si può allungare questo tempo chiudendo parte di questi fori con del nastro. Un altro consiglio determinate per la cattura dei pesci e quello di prendere dei punti di riferimento e lanciare sempre nello stesso punto così da non disperdere la pastura.Sicuramente il ledgering e una tecnica con molte implicazioni e variabili ma questi sono i consigli di base per poter iniziare con l'uso di questa tecnica.

Google
 
Web pescaleggero.it
 

 

03-Ott-2012